CONCEPT

La lusinga della moda spesso porta il consumatore ad acquistare un dato articolo privilegiando l'altisonanza della griffe alla bontà dell'articolo stesso. La politica della nostra azienda rimane quella di fabbricare calzature seguendo un'antica passione per la quale il profitto, su una scala di valori, non occupa il primo gradino ma è il logico risultato del concorso di tutti gli altri. L'abilità e la manualità necessarie per confezionare il nostro prodotto non si possono improvvisare……..sono indispensabili lunghi anni di esperienza ed errori e …. sbagliando si impara. L'esperienza accumulata in più di un secolo di attività ci permette di applicare con la necessaria accortezza le tecniche più idonee ad ottenere sempre un prodotto al top della categoria. Possiamo perciò dire che ogni modello, firmato Romano Martegani 1891, racchiude tutta la maestria e la creatività della tradizione artigianale del “Made in Italy”.  

 

....................................................................

 

The fashion's flattery often takes the consumer to buy a certain item preferring the griffe ranting to the item's goodness itself. Our company's policy remains to make shoes following an ancient passion for wich the gain, in a range of value, doesn't occupy the first place but it's the logical result of the combination of the others. The indispensable competence and dexterity to tailor our product can't be improvised… long year of experience and error are essential… and making mistake we learn. The experience pent-up in more than a century of work let us to apply with the necessary sagacity the most suitable technique to obtain ever a top product in the category. So we can say that every model, signed Romano Martegani 1891, includes the mastery and the creativity of the “Made in Italy” handcrafted tradition. 

E-COMMERCE RM1891

link

OUR KNOW-HOW AT YOUR SERVICE

RM1891 for luxury private labels

PIU' DI UN SECOLO DI STORIA / MORE THAN A CENTURY OF HISTORY

La fondazione del calzaturificio risale al 1891, quando Pietro Martegani e sua Moglie Ida decidono di avviare una fabbrica di scarpe a Legnano. Con la drammatica situazione sociale e gli inasprimenti fiscali di quel periodo, lo spirito imprenditoriale di Martegani non si lascia scoraggiare tant'è che nel 1911 la fabbrica, con sede a Legnano occupa già una cinquantina di operai.

Prima della grande guerra l'attivita' viene trasferita a Tradate e, dopo il conflitto, inizia il periodo di espansione toccando mercati come Austria-Germania e Siria. Negli anni venti la conduzione dell'azienda passa a Ettore Martegani, figlio di Pietro e nel 1926 occupa 150 operai.

Seguono anni di lustro e di crisi, la guerra, e nel 1957 Romano Martegani , con il padre Ettore e le sorelle, ripartono fondando il Calzaturificio di TRADATE e la crescita del business continua fino a che il marchio diventa un punto di riferimento sia nel nostro paese, sia all'estero.

Nel 1985, con 66 dipendenti e una consociata negli Stati Uniti, l'azienda, tornata sotto il nome di famiglia “Romano Martegani “ diventa il marchio di riferimento delle scarpe italiane negli U.S.A.

" Sono gli anni degli showroom a New York, Hong Kong e Singapore e del centenario della nostra azienda."

Romano Martegani, conduce l'azienda fino alle soglie del nuovo millennio mantenendo inalterati l'immagine e il target della produzione. Una cosa accomuna quel lontano 1891 ai nostri giorni: la crisi economica che ci accompagna da tempo.

Il mercato di riferimento per le scarpe Martegani era esclusivamente il mercato USA……l'11 settembre…la .svalutazione del dollaro nei confronti dell'euro….crisi finanziaria…..e tutto cambia, regole di mercato, regole finanziarie. Uno degli antidoti a cui si sono affidati molte realta' Italiane, soprattutto quelle legate alla moda, è stato il ricorso alla manodopera di paesi terzi ,scelta obbligata per contenere i costi, a discapito, della qualità dei prodotti con l'aggravante della dispersione del nostro patrimonio di know how manifatturiero, o, in ultimo, la cessione del marchio a finanziarie o grandi Brand.

Romano Martegani”, ha l'idea di rafforzare la collaborazione con i fratelli Corti, Aldo e Giancarlo, a cui affida la produzione esterna di alcune linee di calzature. Aldo e Giancarlo, che vantavano un'esperienza ventennale nell'azienda artigiana del padre ( vedi storia Cortina1955 ), sono i nuovi partner per il rilancio dell' azienda. La manodopera è infatti la componente primaria del nostro prodotto, l'elemento più arduo da reperire in termini qualitativi. Il nuovo assetto consente alla “Romano Martegani”, facendo tesoro dell'esperienza più che secolare nel campo calzaturiero, di trovare nuove motivazioni a continuare a creare in Italia per emozionare la propria clientela. La strategia futura punta sul total shoe look per l'uomo: diverse linee studiate per il lavoro, per il tempo libero o per le occasioni speciali, contraddistinte da diversi marchi, testimonial della storia di 2 realta' produttive diventate un unico brand produttivo, 100% made in Italy. 

 

...................................................................................

 

The shoe factory's foundation hails from 1891, when Pietro Martegani and his wife Ida decided to start up a shoe factory in Legnano. With the dramatic social situation and the fiscal worsening the Martegani's business spirit didn't let to discourage himself, in fact in 1911 the factory, in Legnano, kept busy fifty workers.

Before the first world war the factory was moved to Tradate and, after the war, began a expansion period reaching market like Austria-Germany and Siria. In the 20s the factory's management passed to Ettore Martegani, Pietro's son, and in 1926 kept busy 150 workers.

The story proceed with prestige and crisis, the second world war and in 1957 Romano Martegani, with his father and his sisters, restarted founding Tradate's shoe factory. The business development continue up to the trademark became a focus in Italy and abroad Italy. In 1985 with 66 employees and a subsidiary in the USA the factory recall itself “Romano Martegani” and became the focus trademark of the Italian shoe in the USA.

"These are the showroom's years in New York, Hong Kong, Singapore and the company's centenary."

Romano Martegani leads the company to the new millennium's gateway keeping unchanged the production's image and target. One thing combine the far 1891 and our days: the recession that accompany us since years.

The reference market for the Martegani shoes was only the American, but after the 09/11 and the dollar's devaluation and the recession everything changes: market rules, monetary rules. One of the antidote that a lot of Italian reality choose to trust, especially fashion reality, is to recourse to labor in other countries, to limit the cost causing a quality detriment wreaking the dispersion of our patrimony of manufacturing know how or, at last, the trademark assignment to holding company or big Brand. Romano Martegani had the idea to reinforce the collaboration with Aldo and Giancarlo Corti, which entrust the external production of some shoes model. Aldo and Giancarlo, praising an experience of 20 years in their father's company, are the new partner for the factory's relaunch. The manpower is the primary component of our product, the most arduous element to find in quality terms. The new arrangement lets to “Romano Martegani”, making treasure of the century experience in the field, to find new reasons to keep creating in Italy, to move our clientele. The future strategy aim for the total shoe look for men: different type for work, free time, the special occasion, characterized by different trademark, history's testimonial of two reality production become a only one productive brand, 100% made in Italy.